Tavolo stile Liberty
Nov
10
Tavolo stile Liberty di il legno arredamenti / con 0 commenti

Tavolo in Legno di faggio, nato nei primi del 900’.

Il piano realizzato in massello incollato tra di loro, il rifascio con cornice applicata dello stesso materiale crea un contorno con divisione centrale che mette in risalto motivo di lamelle in ottone stampato a rilievo, i soggetti raffigurano frutta e angeli, negli angoli stondati riportati sul piano per ammorbidire le linee rette, troviamo quattro fregi a fiore.

Il piede centrale con massello ottagonale collega i due supporti a croce sotto e sopra, nei quattro angoli sotto, da collegamento al montante centrale, con le squadre sagomate che a sua volta collegano con il piede tornito alla croce superiore, così a creare un unico pezzo solido e stabile viste le dimensioni e il peso del piano.

Iniziamo il restauro separando tutti i pezzi uno per uno e abbiamo iniziato la pulizia e trattamento con antitarlo. Il piano era scollato in più parti e deforme, viste le condizioni abbiamo dovuto sostituire una tavola in legno di faggio dello stesso periodo, parte distrutta dai tarli.

Incollato il piano, nel rifascio, la parte meno danneggiata del tavolo, è stato consolidato con tiranti in legno e ripristino di qualche pezzo di cornice mancante.

Il lavoro più impegnativo in questo caso è stato il piede del tavolo che dopo averlo separato abbiamo costatato che, in un precedente restauro, è stato consolidato in modo improprio utilizzando chiodi, viti e senza sostituire le parte danneggiati, nascondendo il tutto con la cera colorata per mobili.

Nelle colonne gli innesti erano spezzati, di fatto il tavolo era instabile, abbiamo ripristinato gli innesti e incollato tutti i pezzi lesionati, assemblando il tutto con colla, collegando le crociere superiori e inferiori con il pezzo ottagonale centrale, le colonne e le squadre sagomate.

Fatto ciò il mobile era comunque così tarlato da richiedere il trattamento con il Paraloid, il procedimento richiede una diluizione a percentuali variabili, si inizia con una diluizione alta, per poi finire con una diluizione bassa, così facendo il tavolo viene inzuppato e consolida le parti più danneggiate.

Stuccato il tutto, con terra ombra di vari colori, diamo la tonalità desiderata, levigando rigorosamente a mano tutte le parti.

Diamo la prima mano di Olio Paglierino per nutrire il legno e vedere il suo stato naturale e si presenti in modo omogeneo, iniziamo il trattamento con  Gommalacca passata a tampone e cotone idrofilo, andiamo a uniformare tra una mano di vernice e l’altra il colore e riempimento dei pori del legno, nelle ultime mani di trattamento si può fare più o meno lucido.

0 Commenti

Lascia un commento

Anti-spam test:
+=