Consolle Siciliana dell’Ottocento
Ott
24
Consolle Siciliana dell’Ottocento di il legno arredamenti / con 0 commenti

Consolle Siciliana dell’Ottocento

Periodo della Consolle Luigi Filippo impiallacciato in Piuma di Mogano con intarsi in acero bianco.

Prima del restauro, la Consolle si presentava in pessime condizioni.

Entrambi i piani e i piedi erano scollati e deformi, mancavano pezzi di cornici, e il tranciato presentava parti mancanti occultati dallo stucco, da un precedente restauro.

Nella base sotto e nel cassetto delle parti del rosone e l’intarsio in Legno di Acero si presentavano con diversi pezzi mancanti, riempiti con cera colorata.

In questo caso ci siamo trovati a scollare tutti i pezzi della consolle uno per uno, ed eseguire un restauro accurato per ogni singolo elemento e abbiamo trattato il tutto con diverse mani di antitarlo “ Timpest “.

I piedi si presentavano con bolle, pezzi mancanti in legno di Piuma di Mogano e Acero. Incollato le parti con bolle e ripristinato le parti mancanti utilizzando la colla a caldo vegetale.

Ripristinato il tutto abbiamo sverniciato per pulire e togliere i residui di gommalacca, e levigato il tutto rigorosamente a mano con carta grana e retina fina per non recare danni all’impiallacciatura.

La base sotto era sconnessa sul punto di appoggio del piede, eseguendo un incollaggio con relativo rinforzo all’interno della stessa. Ripristinati le parti mancanti in legno, la parte più impegnativo è stato ricostruire le parti mancanti del rosone, fatto ciò abbiamo eseguito i vari incollaggi e la pulizia e sverniciatura della base.

Nell’intarsio del cassetto abbiamo incollato le piccole parti mancanti in legno di Acero Bianco e tanti pezzi mancanti in Piuma di Mogano.

Scollato tutto il cassetto interno, abbiamo eseguito la sostituzione delle parti ammalorate e mancanti del tavolato e le guide a coda di rondine il legno di Abete.

Incollando il tutto e consolidando il cassetto e stato eseguito lo stesso procedimento di pulizia e levigatura.

Dopo eseguito il restauro pezzo per pezzo abbiamo incollato il tutto con colla vinilica.

Iniziando così la preparazione alla verniciatura con una mano di olio Paglierino per una pulizia migliore e costatare il suo colore naturale, fatto ciò si inizia il procedimento di verniciatura a tampone con Gommalacca miscelata con alcool a 99 gradi per avere una diluizione perfetta.

Completato il ciclo di verniciatura e stata eseguita la pulizia della lastra in marmo bianco di Carrara con prodotti naturali, senza alterare le sue imperfezioni dato dal tempo.

RISULTATO DEL RESTAURO:

 

0 Commenti

Lascia un commento

Anti-spam test:
+=